Il Ministero dell’Interno ha pubblicato la nuova autocertificazione da utilizzare per gli spostamenti, questa è la versione del 26 marzo 2020, la quarta.

Rispetto alle precedenti sono ovviamente state modificate le disposizioni di legge di riferimento ma è stato aggiunto un punto che richiede di indicare la Regione di partenza e di arrivo e di conoscere le disposizioni regionali emanate nel merito. Fin qui nulla di strano salvo che dopo chiede anche l’indicazione delle disposizioni di riferimento. Praticamente prima di uscire sarebbe necessario quasi un parere legale.