MES significa MECCANISMO EUROPEO DI STABILITA’
E’ stato costituito a Settembre 2012 con un capitale di 700 miliardi del quale l’Italia ne ha sottoscritto 125 miliardi, di cui versati una quindicina al momento.
Ratificato in Italia con I VOTI DI TUTTI I PARTITI MENO CHE QUELLI DELLA LEGA E DELLA MELONI!
Il nome già indica bene la sua funzione: per mantenere la stabilità economica ma soprattutto monetaria il fondo può intervenire in caso di default di uno Stato dell’Unione salvandolo ma mettendo dei controllori.
Una specie di Concordato Preventivo.
Tu Stato sei andato in default ti aiutiamo ma ti mettiamo un liquidatore giudiziale, per fare sempre riferimento al Concordato Preventivo.
E’ arrivato il Coronavirus
Gli Stati Europei, tutti meno un paio, hanno bisogno di sostengo, vedremo dopo perché quel paio di stati non ne hanno bisogno.
Il Coronavirus non è una “colpa” ascrivibile agli stati per cui l’utilizzo del Mes va bene ma certamente non va bene mettere il liquidatore giudiziale proprio perché è una situazione incolpevole.
Germania e Olanda non ne vogliono sapere di attivare il Mes SENZA CONDIZIONI per cui gioco forza se deve a meno.
Chi è che il 20 marzo 2020 ha dichiarato al Financial Time che l’unica soluzione per l’Italia è l’attivazione del Mes?
Giuseppe Conte
Conte che poi ha dichiarato il contrario, poi ha detto forse, poi ha detto ancora no.
Il solito sistema di conte che NON DECIDE MAI DI DECIDERE SE DECIDE di fare qualcosa, infatti a tutt’oggi NULLA di concreto ha fatto se non tanta confusione smentendosi sistematicamente.
Anzi il 6 marzo 2020 ha dichiarato in diretta “interplanetaria” che MAI E POI MAI avrebbe utilizzato il Mes.
Poi però manda Gualtieri all’Eurogruppo che ratifica l’accordo dello stesso Eurogruppo sull’utilizzo del Mes per il Coronavirus.
Queste le condizioni:
– Mes senza condizioni solo per spese mediche
– Mes con piene condizioni per altri motivi
– Possibilità di utilizzo fino al 2% del PIL
Facciamo due conti.
– l’italia ha sottoscritto 125 miliardi ma ne ha versati 15. Questo significa che se altri paesi chiederanno il Mes, gioco-forza, ci verrà chiesto (e lo posso fare si badi bene) di versare il capitale che abbiamo sottoscritto, quindi 110 miliardi. Rendiamoci conto di cosa si sta parlando, quindi la possibilità concreta che l’Italia sia obbligata a pagare 110 miliardi senza prendere un centesimo
– in ogni caso al massimo l’Italia potrà chiedere una quarantina di miliardi, il 2% del pil, con e senza condizioni.
E’ chiaro che la ratifica di Gualtieri del 9 marzo E’ FOLLE. In buona sostanza è stato fatto un accordo che ci espone al pagamento di 110 miliardi e ove si decida di riceverne i benefici al massimo ne rientreranno meno di 40.
Altra doveva essere la decisione e quindi che il Mes veniva utilizzato senza condizioni nei limiti delle proprie possibilità economiche e finanziarie, bloccando quindi ogni ulteriore versamento, anche futuro e ipotetico.
Ma questo non è stato scritto ed era l’unica cosa sensata da fare.
L’opposizione cosa dovrebbe dire secondo Conte & Co (il co. in questo caso è quanto mail calzante soprattutto se inteso come “compagni”).
L’opposizione giustamente si oppone come credo si opponga a questa follia ogni uomo sensato.
Dicevamo di Germania e Olanda.
La Germania non ha bisogno del MES per un motivo molto semplice: ha debito pubblico piuttosto basso.
Ma questo perché?
Perché gli altri stati gli hanno abbonato in due volte i debiti di guerra che partendo dal valore originario oggi sono valutabili in oltre 800 miliardi. Se aggiungete 800 miliardi al debito pubblico tedesco vedrete che anche loro sarebbero nella stessa identica situazione dell’Italia.
L’Olanda? Un piccolo paese che vive incassando le tasse agevolate da Multinazionali che producono redditi negli altri Paesi, Italia compresa. Una sorta di iena che “ruba” agli altri senza neanche nasconderlo. Non solo. L’Olanda tradizionalmente è il Paese della Prostituzione, della Droga, finanche dell’Eutanasia infantile. Senza l’Europa che consente alle Multinazionali di portare lì le sedi fiscali l’Olanda sarebbe un paese mediocre con risorse economiche e finanziarie che a questo punto altro che Mes gli imporrebbero.

In ultima istanza cosa si sarebbe dovuto fare? Molto semplice, bastava stabilire che chi non chiede l’intervento del Mes, vista l’emergenza Covid-19, non era obbligato in nessun caso a versare la quota residua di capitale sottoscritto. In questo avrebbe avuto veramente torto la Meloni ma così non è per cui, per come la vedo io, in buona sostanza la Meloni ha ragione.

A maggior dettaglio e per opportuna allego il trattato costitutivo del Mes.